#perlacosta
ITA

L’avventura è #perlacosta nel 2021: come scoprire la Costa d’Amalfi!

Se questo periodo pandemico ha creato distanze e allargato i confini, il desiderio di viaggiare, esplorare e scoprire non si è mai arrestato! Come evidenzia la rivista Forbes, i viaggiatori e gli inguaribili amanti dell’avventura sono alla ricerca di esperienze nuove, che diventino la giusta combinazione tra il bisogno di viaggiare in sicurezza e voglia di scoperta, avventura e relax dopo un anno davvero difficile.

Quale luogo, se non la nostra splendida Costiera Amalfitana, ha da offrire mare cristallino, spiagge selvagge, sole caldo, verdi montagne e caratteristici borghi marinari da scoprire? Gruppo Battellieri, non ha mai perso la voglia di partire e andare alla scoperta, di esplorare i meravigliosi scorci di questo angolo di costa italiana.  

Come vivere un’avventura, un piccolo viaggio di scoperta diverso dal solito e in totale sicurezza? La risposta è una sola: in giro per la costa! 

Amalfi, Sorrento, Positano, Capri, Conca de Marini, Minori restano le mete più gettonate per ritrovare il contatto con la natura e godere dell’autenticità di un’esperienza tutta made in Italy. Scoprire la costiera amalfitana a bordo delle nostre imbarcazioni ha i suoi vantaggi

  • restare lontani dai luoghi affollati
  • organizzare la propria escursione con un gruppo ristretto di persone
  • guardare la costa da una prospettiva inedita
  • prendere una ventata d’aria fresca
  • lasciarsi accarezzare dalla brezza marina circondati dal blu del mare 
  • visitare gli angoli più incredibili della Divina con il racconto dei nostri esperti battellieri

E per chi amasse i luoghi più nascosti e affascinanti, la Grotta dello Smeraldo, è una delle mete da non perdere. Una delle pochissime grotte ancora visitabile dell’intera costiera amalfitana, un luogo ricco di fascino, colori ipnotizzanti e leggende antiche. 

La nuova stagione è alle porte e Gruppo Battellieri aspetta solo di partire #perlacosta

E tu cosa aspetti? Scopri le nostre escursioni

La Grotta dello Smeraldo: un gioiello nascosto tra Amalfi e Conca dei Marini

La Grotta dello Smeraldo, definita anche ‘tempio del mare’, è un antro situato lungo l’incantevole tratto di Costiera Amalfitana e più precisamente nella baia di Conca dei Marini a pochissimi chilometri dalla città di Amalfi.

La celeberrima bellezza naturalistica della Grotta, fu scoperta da un pescatore autoctono Luigi Buonocore nel lontano 1932 – soprannominato anche dalla gente del posto lo ‘scopritore della grotta’ – deve il suo nome alla particolare colorazione delle acque custodite al suo interno che riflettendo straordinari giochi di luce filtrate dalle pareti rocciose di quel tratto di costa, raggiungono all’esterno il mare aperto e creano effetti cromatici dalle strabilianti sfumature: dal blu cobalto, celeste cristallino al verde smeraldo.

Originariamente, la Grotta, non ospitava l’acqua del mare, ma solo stalattiti e stalagmiti calcarei dalle particolari forme che unendosi hanno formato colonne alte circa 10 metri  e delle vere e proprie opere d’arte. Alcune delle formazioni calcaree presenti all’interno della grotta, richiamano delle strane somiglianze frutto della fantasia popolare dai nomi stravaganti: ‘la testa di Garibaldi’,  ‘lo scialle veneziano’ o ‘ le canne d’ organo’.

Tante sono le storie antiche che ipotizzavano la presenza della grotta e tante sono le leggende che girano intorno a questo suggestivo angolo di costa, proprio come il mito delle Janare – secondo il folklore locale, le Janare, erano delle streghe che abitavano la zona, vestite solo con lunghe camicie da notte, aspettavano le imbarcazioni dei pescatori per ammaliarli con i loro canti. Ecco come tutta questa zona e la stessa Grotta dello Smeraldo assumono la connotazione di luogo incantato!

Alle credenze popolari, il tempio del mare, unisce anche la tradizione religiosa del posto e nelle sue acque nasconde un affascinante presepe subacqueo, realizzato in ceramica vietrese e posizionato sul fondo della grotta a circa 4 metri di profondità. Ogni anno, nel periodo natalizio, dei sub si immergono e lasciano la statuetta del Bambin Gesù sul fondale della grotta.


Quante curiosità! Per ammirare con i tuoi occhi il gioiello nascosto del mare e per conoscere tutti i miti e le leggende della nostra costa, non ti resta che partire per una nuova avventura in giro #perlacosta insieme a noi!

favicon_battellieri