#perlacosta
ENG

GROTTA DELLO SMERALDO: il luogo più misterioso della Costiera Amalfitana 

Grotta dello Smeraldo

La Grotta dello Smeraldo, situata a pochi chilometri da Amalfi e più precisamente lungo le acque che bagnano il Comune di Conca dei Marini, è uno dei luoghi più ricchi di mistero della Costiera Amalfitana. 

Una suggestiva formazione naturale all’interno del paesaggio roccioso della costa. Una vera piscina sottomarina, conosciuta come Grotta dello Smeraldo. I riflessi delle acque cristalline al suo interno, gli imponenti stalagmiti e stalattiti, le rare specie marine che la abitano e le tante leggende che la animano, hanno reso la Grotta un luogo di interesse e mistero per tutti i visitatori. 

QUAL É LA SUA STORIA? 

Per la sua posizione all’interno della roccia, la Grotta, era sempre stata una sorta di luogo leggendario fino alla sua scoperta da parte di un pescatore locale, Luigi Buonocore, nel lontano 1932. In realtà, questo gioiello della natura, fu scoperto e riscoperto diverse volte sin dal lontano 1800 da turisti Inglesi e da abitanti della costa, come l’ingegnere Ruggiero Francese, che sempre nel 1932 organizzò diversi sopralluoghi per esplorare questo luogo fino ad allora ‘sconosciuto’. 

PERCHÉ QUESTO NOME? 

I raggi del sole, passando attraverso una fenditura nascosta tra le rocce, creano degli incredibili giochi di luce e l’acqua che si muove all’interno dello spazio della Grotta dà vita a mille sfumature proprio come quelle di un prezioso smeraldo.

COSA RENDE QUESTO LUOGO AFFASCINANTE?

Una volta all’interno della Grotta, si viene rapiti da un’atmosfera leggendaria. Maestosi stalattiti e stalagmiti circondano le pareti della cavità, luci e ombre animano il paesaggio. Nel corso del tempo, i fenomeni atmosferici hanno modellato le numerose formazioni rocciose realizzando delle vere e proprie opere d’arte dai nomi fantasiosi: ‘la testa di Garibaldi’, ‘lo scialle Veneziano’ o ‘le canne d’organo’. Tra queste, un tradizionale presepe in ceramica vietrese, sommerso a 4 metri di profondità e perfettamente visibile per la trasparenza delle acque. 

COME RAGGIUNGERE LA GROTTA? 

Per visitare la Grotta esistono due possibilità: via terra, percorrendo la SS 163 Salerno-Positano, si arriva alla Grotta alla fine di una scalinata; via mare, con i nostri suggestivi passaggi marittimi che da Amalfi raggiungono la Grotta ogni giorno. 

Prenota la tua escursione #perlacosta 

THE EMERALD GROTTO: the most mysterious place along the Amalfi Coast

Grotta dello Smeraldo

The Emerald Grotto, located a few kilometers from Amalfi and more specifically in the waters that bathe the sea village of Conca dei Marini, is one of the richest places in mystery of the entire Amalfi Coast.

A suggestive natural formation in the inner part of the coastal landscape. A real underwater pool, well-known as Emerald Grotto. The reflections of the crystal clear waters, the massive stalagmites and stalactites, the rare marine species which inhabit the natural cavity and the many legends that animate it have made the Grotto a great place of interest for all visitors. 

THE HISTORY OF THE GROTTO

The Grotto has always been a sort of legendary place because of its position inside the rock until its official discovery by a local fisherman, Luigi Buonocore, in 1932. Actually, this gem of nature has been discovered and re-discovered several times by English tourists and local people since 1800, such as the engineer Ruggiero Francese who organized various inspections to explore this place until then considered ‘unknown’. 

WHERE DOES THE NAME COME FROM? 

The rays of the sun, passing through a slit hidden between the rocks, create amazing plays of light; and the water moving within the space of the Grotto gives life to a thousand shades just like those of a precious emerald.

WHAT MAKES THIS PLACE SO FASCINATING?

Once inside the Grotto, you’ll be carried away by a legendary atmosphere. The walls of the cavity are surrounded by impressive stalactites and stalagmites and the whole landscape is enlivened by lights and shadows. Over time, the atmospheric phenomena shaped the numerous rock formations turning them into real works of art to which bizarre names have been given: ‘the head of Garibaldi’, ‘the Venetian shawl’ or ‘the organ pipes’. Among these, a traditional nativity scene can be seen at a depth of 4 meters.

HOW TO REACH THE GROTTO? 

For all the people who want to visit the Grotto, there are two ways: by land taking the coastal road SS 163 Salerno – Positano and getting to the Grotto at the end of a staircase; by sea with our daily sea connections from Amalfi.

Book your tour #alongthecoast 

favicon_battellieri